La prima volta alle terme o in una Spa può disorientarci: che differenza c’è tra bagno turco e sauna? Quale va fatto per primo e quanto tempo è giusto restare in ogni ambiente? Ecco allora un utile vademecum per beneficiare al massimo di ogni locale e soprattutto per godersi in relax le ore trascorse nel centro benessere.

Il Bagno turco, o bagno di vapore, chiamato anche Hammam

Bagno turco o Bagno di vapore: chiamato in certe Spa anche Hammam (il cui nome deriva dalla parola araba “hamma” che significa “calore, scaldare”), nasce in Medio Oriente e consiste in una stanza di dimensioni medie o grandi, all’interno della quale la temperatura non è altissima, varia dai 40° ai 60°C e naturalmente aumenta procedendo dal pavimento verso il soffitto. Perciò è consigliabile stare sdraiati sulle panche, in modo da mantenere tutto il corpo alla stessa temperatura; chi ha problemi di circolazione, può appoggiare le piante dei piedi sulla parete dopo aver inclinato le gambe di circa 45 gradi. L’umidità è notevole, praticamente del 100 per cento, e questa condizione favorisce l’apertura dei pori per pulire successivamente la pelle in profondità. All’interno dell’ambiente non si suda, ma si può usare liberamente l’acqua, in genere c’è una piccola fontana o un getto di acqua fresca, che è utile anche per sciacquare la panca prima di sedersi.

Il bagno di vapore è la tappa iniziale del percorso Spa, perché prepara la pelle in modo ottimale ed è molto rilassante. Prima di entrare, indispensabile una doccia. A proposito del termine Spa: sta per Salus Per Aquam, cioè salute grazie all’acqua, ma è anche il nome di una piccola città belga nota per le sue acque terapeutiche.

Dopo alcuni minuti all’interno del bagno turco, si passa direttamente alla sauna.

La sauna finlandese (o semplicemente sauna)

La sauna finlandese o, semplicemente, sauna: è un ambiente asciutto, con scarsa umidità, mai sopra al 20 per cento. In genere è una stanza di medie dimensioni, interamente in legno, con panche a gradoni e una stufa al centro o in un angolo, contenente grosse pietre roventi. Qui, a differenza del bagno turco, si comincia a sudare dopo pochi minuti: le diverse altezze danno la possibilità di sudare con temperature fra 60°C e 75°C. L’umidità aumenta solo quando viene gettata acqua sulle pietre all’interno della stufa, e ciò causa un’abbondante traspirazione della pelle. All’acqua possono venire aggiunti oli essenziali ad effetto balsamico, ad esempio di pino o di eucalipto. Fate molta attenzione: anche se trovate nella sauna un secchio e il mestolino per versare l’acqua sulle pietre, lasciate fare questa operazione al personale.

Nella sauna si può stare solo per alcuni minuti, ma si possono fare diversi cicli uscendo, rinfrescandosi e tornando dentro. Chi soffre di pressione bassa deve fare molta attenzione ed eventualmente evitare questa tappa della Spa.

Dopo queste prime due tappe, che è da affrontare in sequenza, il resto degli ambienti è da considerarsi “opzionale”. Ogni Spa è diversa e per questo lo è anche ogni percorso, che è quindi personalizzabile.

Piscina semi-olimpionica riscaldata

La piscina semi-olimpionica riscaldata alla temperatura di 32°C è il luogo ideale per una piacevolissima sensazione di benessere e di meritato relax, di 25 metri di acqua calda per chi vuole concedersi una nuotata rilassante. Sinonimo di benessere e di relax e, anche del lusso da vivere in ogni stagione, le piscine riscaldate sfruttano il design delle piscine classiche la cui acqua viene riscaldata per ricreare la piacevole suggestione di un bagno e di una nuotata estiva, anche in pieno inverno.

Vasca Idromassaggio

L’idromassaggio è un beneficio diretto al corpo che avviene attraverso la combinazione di elementi come aria, acqua, pressione e movimento, che vengono tecnologicamente utilizzati da una SPA.

L’insieme di questi elementi, uniti al tepore dell’acqua presente (intorno ai 32 gradi), generano un prezioso effetto rilassante ai muscoli del corpo, sciogliendoli dalla tensione nervosa accumulata e agendo direttamente sulle cellule, con benefici diretti alla pelle.

Regole e consigli

Infine, qualche indicazione utile. Non usate cosmetici o oli prima di entrare nella Spa, a meno che non siano forniti direttamente dalla struttura. Se siete in compagnia e parlate tra di voi, fatelo a voce molto bassa. Siete in un luogo dove le persone desiderano rilassarsi, non al circolo ricreativo. Fate poi attenzione alle istruzioni per le ciabattine: in alcune Spa vanno lasciate fuori, in altre si possono tenere. In ogni caso, non mettetele mai sulle panche dove le altre persone si siedono o si sdraiano.